Monthly Archives: Ottobre 2019

Corte Costituzionale: sentenza 227/2019

La Consulta boccia la legge della Regione Abruzzo 24 agosto 2018, n. 28, recante «Abruzzo 2019 – Una legge per L’Aquila Capoluogo: attraverso una ricostruzione, la costruzione di un modello di sviluppo sul concetto di Benessere Equo e Sostenibile (BES)» per contrasto con l’art. 81 Costituzione. Il principio da cui è partita la Corte è che “la copertura finanziaria di una spesa e l’equilibrio del bilancio non possono essere assicurati solamente dall’armonia numerica degli stanziamenti in parte entrata e spesa (ex plurimis, sentenze n. 197 Continue reading →
Share

Studio della Cassazione sulla legge 19.07.2019 n. 69

Sul sito della Cassazione è stato pubblicato un interessante studio dell’Ufficio Massimario sulle novità introdotte dalla Legge 19.07.2019 n. 69 in tema di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Ecco il link per aprire il documento www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/Rel.6219.pdf
Share

Usura e interessi moratori

La Prima Sezione civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale rimessione della causa alle Sezioni Unite ai fini dell’ulteriore approfondimento della seguente questione di massima di particolare importanza: se la disciplina antiusura sia riferibile anche agli interessi moratori, dovendosi in particolare valutare, anche alla stregua del tenore letterale dell’art. 644 c.p. e dell’art. 2 della legge n. 108 del 1996, se il principio di simmetria consenta o meno di escludere l’assoggettamento degli interessi di mora alla predetta disciplina, in quanto non costituenti Continue reading → Continue reading →
Share

Permessi premio e pentimento del condannato

Di seguito il Comunicato stampa pubblicato oggi sul sito della Consulta. Ufficio Stampa della Corte costituzionale Comunicato del 23 ottobre 2019 REATI OSTATIVI: LA MANCATA COLLABORAZIONE CON LA GIUSTIZIA NON IMPEDISCE I PERMESSI PREMIO PURCHE’ CI SIANO ELEMENTI CHE ESCLUDONO COLLEGAMENTI CON LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA La Corte costituzionale si è riunita oggi in camera di consiglio per esaminare le questioni sollevate dalla Corte di cassazione e dal Tribunale di sorveglianza di Perugia sulla legittimità dell’articolo 4 bis, comma 1, dell’Ordinamento penitenziario là dove impedisce che Continue reading →
Share

Social network ed illeciti penali.

La Terza sezione ha affermato che il reato di illecito trattamento dei dati personali, realizzato in forma di diffusione dei dati protetti – ex art. 167 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 vigente ratione temporis -, resi ostensibili ai frequentatori di un social network attraverso il loro inserimento, previa creazione di un falso profilo, sul relativo sito, ha natura di reato permanente, caratterizzandosi per la continuità dell’offesa arrecata dalla condotta volontaria dell’agente, il quale ha la possibilità di far cessare in ogni momento la Continue reading →
Share

Restituzione di dispositivi informatici sequestrati previa estrazione di copia.

La Quinta sezione della Corte di cassazione ha affermato che è legittimo il provvedimento con cui il tribunale del riesame, pur in mancanza di una richiesta del pubblico ministero, disponga la restituzione dei dispositivi informatici sequestrati previa estrazione di “copia forense”, trattandosi di provvedimento che non implica l’adozione di una nuova misura cautelare, ma il riconoscimento della legittimità di quella già eseguita. Si tratta della sentenza n. 42765/2019 ( ud. 09/09/2019 – deposito del 17/10/2019 ).
Share

Legge Pinto: al difensore non possono essere liquidati onorari al di sotto del minimo.

La Cassazione Sesta Sezione Civile con ordinanza n. 26575 pubblicata il 17/10/2019 si è occupata del tema della quantificazione degli onorari spettanti al difensore del soggetto che propone ricorso ex L. 89/2001. La Corte aveva liquidato euro 210 oltre accessori. Gli interessati hanno impugnato il decreto lamentando l’erroneità della liquidazione in quanto al di sotto del minimo di cui al DM 55/2014. La Suprema Corte accoglie il ricorso con questa motivazione. “Come già rilevato da questa Corte, e proprio con specifico riferimento alla liquidazione delle Continue reading →
Share

Onorario avvocato e opposizione all’ingiunzione.

Un avvocato chiede e ottiene ingiunzione di pagamento verso il proprio cliente. Quest’ultimo propone opposizione con atto di citazione. L’avvocato opposto si costituisce e eccepisce che l’avversa opposizione, proposta con citazione anziché con ricorso, era stata esperita tardivamente, siccome depositata in cancelleria allorché il termine di quaranta giorni dalla notifica dell’ingiunzione era già decorso. Chiedeva dichiararsi l’inammissibilità o rigettarsi l’avversa opposizione. Con ordinanza in data 11.3.2016 il tribunale di Siena dichiarava inammissibile l’opposizione e condannava l’opponente alle spese di lite. Premetteva il tribunale che l’opposizione Continue reading → Continue reading →
Share