Acquisizione arti di indagini e eccezioni.

La Quarta sezione Penale della Cassazione ha affermato che la scelta della difesa di acconsentire all’acquisizione degli atti di indagine, finalizzata unicamente allo snellimento dell’attività processuale, non determina la sanatoria, ai sensi dell’art 183 cod. proc. pen., di eventuali nullità dell’atto e non fa venir meno il diritto di eccepirne l’inutilizzabilità.

È la sentenza n. 4896 /2020 (ud. 16/01/2020 – deposito del 05/02/2020).

Share