• Home
  • Penale
  • Differenza tra truffa e furto con mezzo fraudolento

Differenza tra truffa e furto con mezzo fraudolento


La Quinta Sezione Penale della Corte di cassazione ha affermato che è configurabile il reato di furto commesso con mezzo fraudolento e non quello di truffa quando il soggetto indotto in errore è diverso dal soggetto che subisce il danno, atteso che nel reato di truffa l’atto di disposizione patrimoniale, da cui deriva il pregiudizio economico, non può essere compiuto dal terzo, salvo il caso in cui quest’ultimo abbia la libera disponibilità del patrimonio del soggetto passivo danneggiato.

E’ la sentenza n 18968 pubblicata il 20 aprile 2017 (clicca qui per leggere la motivazione sul sito della Corte).

Share