E’ possibile ripetere la notifica se ci si attiva subito

Importante pronuncia delle Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione in tema di notificazioni é rappresentata dalla sentenza n. 14594 del 15.7.2016 che sul campo pratico ha risvolti notevolissimi.

La Suprema Corte ha stabilito che: “In caso di notifica di atti processuali non andata a buon fine per ragioni non imputabili al notificante, questi, appreso dell’esito negativo, per conservare gli effetti collegati alla richiesta originaria deve riattivare il processo notificatorio con immediatezza e svolgere con tempestività gli atti necessari al suo completamento, ossia senza superare il limite di tempo pari alla metà dei termini indicati dall’art. 325 c.p.c., salvo circostanze eccezionali di cui sia data prova rigorosa”.

L’art. 325 c.p.c. prevede che il termine per proporre appello, revocazione e oppsozione di terzo é di trenta giorni, mentre il termine per proporre ricorso per cassazione é di sessanta giorni.

Di seguito il link al sito della Cassazione per leggere la motivazione

Cass. Civ SU 14594 del 15.7.2016

Share