• Home
  • Civile
  • Nuova famiglia di fatto: il coniuge divorziato perde l’assegno.

Nuova famiglia di fatto: il coniuge divorziato perde l’assegno.

divorzioLa Corte di Cassazione Prima Sezione Civile con sentenza n. 6855 del 4 aprile 2015 ha stabilito che la formazione di una nuova famiglia di fatto da parte del coniuge divorziato determina la perdita definitiva dell’assegno divorzile di cui il medesimo benefici.

La vicenda riguarda un uomo la cui ex moglie aveva instaurato una stabile convivenza con altro soggetto formando una vera e propria famiglia di fatto.

La Corte chiarisce che una convivenza more uxorio diventa famiglia di fatto allorquando assume connotati di stabilità e continuità per cui i conviventi elaborino un progetto e un modello di vita in comune analogo a quello che caratterizza la famiglia fondata sul matrimonio. Se si verifica ciò il parametro dell’adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei partner non può che venire meno di fronte all’esistenza di una vera e propria famiglia, ancorché di fatto. Si rescinde cosi ogni connessione con il tenore ed il modello di vita caratterizzanti la pregressa fase di convivenza matrimoniale e, con ciò, ogni presupposto per la riconoscibilità di un assegno divorzile, fondato sulla conservazione di esso, pur dovendosi ribadire che non vi é né identità, né analogia tra il nuovo matrimonio del coniuge divorziato, che fa cessare automaticamente il suo diritto all’assegno, e la fattispecie in esame che necessita di un accertamento e di una pronuncia giurisdizionale.

Per i dettagli si può leggere la motivazione tratta da sito della Cassazione cliccando sul link che segue

Cass. Civ. Sez. I 3.4.2015 n. 6855

 

Share