Prescrizione presuntiva e scritture contabili

prescrizione2Le prescrizioni presuntive operano anche in favore di un soggetto obbligato alla tenuta delle scritture contabili, non interferendo tale disciplina con quella attinente ai requisiti di forma dei contratti: lo ha stabilito la Sesta Sezione civile della Corte di Cassazione con ordinanza n.  9930 dell’8 maggio 2014.

La Suprema Corte ha rimarcato che se é ben vero che le prescrizioni presuntive, trovando ragione unicamente nei rapporti che si svolgono senza formalità e dove il pagamento suole avvenire senza dilazione, non operano se il credito trae origine da un contratto stipulato in forma scritta (cfr. Cass. civ. 4 luglio 2012 n. 11145; Cass. civ. 7 aprile 2006 n. 8200, Cass. civ. 3 febbraio 1995 n. 1304), delle stesse si può tuttavia sicuramente avvalere anche un soggetto obbligato a tenere le scritture contabili, non interferendo tale disciplina con quella dei requisiti di forma dei contratti.

Download (PDF, 240KB)

Share