Sui poteri di impugnativa del singolo condomino

La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione ha trasmesso gli atti al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, della questione di massima di particolare importanza concernente la legittimazione processuale del singolo condomino (non costituitosi autonomamente) all’impugnazione della sentenza di primo o di secondo grado resa nei confronti del condominio, anche alla luce del principio sancito da Sez. U n. 19663 del 2014, secondo cui il singolo condomino deve essere considerato parte solo se intervenga nel processo, e non, invece, già qualora sia rappresentato dall’amministratore.

È l’ordinanza interlocutoria n. 27101 del 15/11/2017 (qui il link al sito della Corte per leggerla).

Share