Nullità del test alcolimetrico (cd. alcoltest)

image_pdfimage_print
alcoltestLe Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione, con sentenza n. 5396  pubblicata il 5.2.2015, risolvendo un contrasto tra le Sezioni semplici, hanno stabilito:
– che la nullità a regime intermedio, derivante dalla violazione dell’art. 114 disp. att. cod. proc. pen. per il mancato avvertimento al conducente di un veicolo da sottoporre ad esame alcolimetrico della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, può essere tempestivamente dedotta fino al momento della deliberazione della sentenza di primo grado, ai sensi degli artt. 180 e 182, comma 2, cod. proc. pen.;
– che, in relazione all’art. 182, comma 2, primo periodo, cod. proc. pen., per “parte” sulla quale grava l’onere di eccepire la nullità di un atto nel caso in cui vi assista non può intendersi mai l’indagato o l’imputato, ma solo il difensore (o il pubblico ministero).
Ecco la motivazione presso il sito della Cassazione

http://www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/5396_02_2015.pdf

 

FacebookTwitterGoogle+PrintGoogle GmailPrintFriendlyWhatsAppCondividi

Pena accessoria e poteri del giudice dell’esecuzione

image_pdfimage_print

pena 2Con sentenza n. 6240 depositata il 12 febbraio 2015, le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione hanno affermato il seguente principio: “L’applicazione di una pena accessoria extra o contra legem da parte del giudice della cognizione può essere rilevata, anche dopo il passaggio in giudicato della sentenza, dal giudice dell’esecuzione, purchè essa sia determinata per legge (o determinabile, senza alcuna discrezionalità) nella specie e nella durata, e non derivi da un errore valutativo del giudice della cognizione”.

Ecco la motivazione della sentenza nel sito della Suprema Corte

http://www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/6240_2015_p.pdf

 

Art 133 bis c.p.: prima pronuncia della Cassazione

image_pdfimage_print

Cassazione 2La Corte di Cassazione Sezione Terza Penale con sentenza N. 15449 dell’8.4.2015 si è pronunciata per la prima volta sul nuovo art. 131 bis c.p. che ha introdotto l’istituto della condizione di non punibilità del fatto per particolare tenuità introdotto dal DL.vo 28/2015.

La Corte considerando la norma di diritto sostanziale ne ha sancito l’applicabilità anche ai giudizi in corso.

Ecco la motivazione della sentenza dal sito della Cassazione.

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snpen&id=./20150416/snpen@s30@a2015@n15449@tS.clean.pdf

Tassi soglia ai fini dell’usura: pubblicato il DM per il 2° trimestre 2015

image_pdfimage_print
profitto 2Sulla Gazzetta Ufficiale del 30 marzo 2015 serie generale n. 74 é stato pubblicato il Decreto del CAPO DELLA DIREZIONE V DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO del 26.3.2015 recante “Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull’usura. Periodo di rilevazione 1° ottobre – 31 dicembre 2014. Applicazione dal 1° aprile al 30 giugno 2015″.
Ecco il link per scaricare il decreto

Dm tassi soglia usura per 2° trim 2015

 

Le vendite in via telematica: regole operative

image_pdfimage_print

Con Decreto del Ministro della Giustizia n. 32 del 26 febbraio 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24.3.2015 serie generale n. 69, é stata data attuazione all’art. 161 ter disp. att. c.p.c..

Il decreto fissa le regole tecniche per lo svolgimento delle vendite di beni mobili ed immobili in via telematica nei casi previsti dal codice di procedura civile.

Nel Capo II viene istituito il Registro dei gestori della vendita telematica, regolamentando i criteri e le procedure per iscriversi nonché gli obblighi dei gestori.

Nel capo III si tratta delle vendite immobiliari.

Nel capo IV si tratta delle vendite mobiliari senza incanto e a mezzo commissionario.

L’art. 28 stabilisce che le norme fissate nel decreto acquistano efficacia decorsi dodici mesi dalla entrata in vigore del decreto stesso (cioé dall’8.4.2016).

Ecco il link per scaricare il testo del decreto

DM 32-2015 Regolamento vendite in via telematica

via Gramsci 41 – 67051 Avezzano – Tel e fax 0863 414530 / 0863 22278 Email studiodipietro@gmail.com