Per notificare al fine di far decorrere il termine per impugnare é necessario aver registrato la sentenza?

image_pdfimage_print

tassa registro 1La Suprema Corte con sentenza n. 2950 della Prima Sezione Civile pubblicata il 13 febbario 2015 ha risposto all’interrogativo se la notifica di una sentenza senza preventiva registrazione della stessa sia idonea a far decorrere il termine breve per impugnare.

La Suprema Corte da risposta positiva.

Continua la lettura di Per notificare al fine di far decorrere il termine per impugnare é necessario aver registrato la sentenza?

FacebookTwitterGoogle+PrintGoogle GmailPrintFriendlyWhatsAppCondividi

Notifiche telematiche in materia penale: news dalla Cassazione

image_pdfimage_print

Con relazione n. 66 del 16 dicembre 2014 – ORIENTAMENTO DI GIURISPRUDENZA la Corte di Cassazione si è pronunciata sul seguente

OGGETTO: 665047- NOTIFICAZIONI- FORMA – IN GENERE – A PERSONA DIVERSA DALL’IMPUTATO PER VIA TELEMATICA – QUESTIONI SULLA EFFICACIA DELLE NORME IN MATERIA DI NOTIFICAZIONI PER VIA TELEMATICA NEL PROCEDIMENTO PENALE: RICOGNIZIONE NORMATIVA.

Riferimenti Normativi: Cod. Proc. Pen. Art. 148 co. 2, 149, 150, 151; Decreto legge 25/06/2008 n. 112, art. 51; Decreto legge 18/10/2012 n. 179, art. 16; Legge 06/08/2008 n. 133; LeCassazionegge 17/12/2012 n. 221; Legge 24/12/2012 n. 228 art. 19. 

Cliccando sul link che segue si può visionare la relazione

http://www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/Relazione_pen_66_2014.pdf

Tassi soglia ai fini dell’usura per il 1° trimestre 2015

image_pdfimage_print

profitto 2Sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 30.12.2014 Serie Generale n. 301   i tassi di interesse effettivi globali medi validi dal 1° gennaio fino al 31 marzo del 2015.

Per quanto riguarda i tassi d’interesse effettivi globali valevoli come soglie antiusura per le principali operazioni di credito e finanziamento (mutuo, prestito, leasing, conto corrente, etc…) il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha apportato alcune modifiche rispetto al trimestre precedente.

Continua la lettura di Tassi soglia ai fini dell’usura per il 1° trimestre 2015

Le attestazioni dell’avvocato nel processo civile telematico

image_pdfimage_print

Le quattro attestazioni su cui ruota il processo civile telematico

(formule a uso interno dello studio, non ci si assume responsabilità per l’utilizzo che ne facciano terzi)

 Attestazione ex art. 3 bis, co. 2, L. 53/1994

NB QUESTA FORMULA VA INSERITA NELLA RELAZIONE DI NOTIFICAZIONE VIA PEC DI UN ATTO IN FORMATO PDF OTTENUTO DALLA SCANSIONE DI UN ORIGINALE (O COPIA CONFORME) IN FORMATO CARTACEO IN NOSTRO POSSESSO
…………
attesto
ai sensi e per gli effetti del combinato disposto dell’art. 3 bis, comma 2, e dell’art. 6, comma 1, della L. 53/1994, e dell’art. 22, comma 2, del D.Lvo 7.3.2005 n. 82 e succ. mod., che l’atto notificato é copia informatica conforme all’originale cartaceo da cui é stata estratta
Luogo data
firma Avvocato

Continua la lettura di Le attestazioni dell’avvocato nel processo civile telematico

CNF : dossier sul D.L. 132/2014

image_pdfimage_print

CNF 1Dossier n. 13/2014 Legge 162/2014 di conversione, con modifiche, del decreto legge 132/2014 recante Misure di degiurisdizionalizzazione e di definizione dell’arretrato.

14/11/2014

L’Ufficio Studi del CNF  ha predisposto una Scheda di analisi della legge 162/2014 che ha convertito con modifiche il decretolegge 132/2014 recante misure di degiurisdizionalizzazione e altri interventi di definizione dell’arretrato.

Il dossier analizza i nuovi istituti di negoziazione assistita e di definizione in arbitraro delle cause civili pendenti, su richiesta delle parti.
Indica inoltre, per ogni misura disciplinata dalla lagge, il relativo termine di entrata in vigore.
Comprende infine il quadro sinottico delle norme del codice civile, del codice di procedura civile, e delle disposizione di attuazione del cpc, per come modificate dalla legge di conversione.

Dal link di seguito è possibile scaricare il testo del Dossier n. 13/2014 Legge 162/2014 di conversione con modifiche decreto legge 132/2014

CNF dossier 14.11.2014 su DL 132

 

 

 

Riduzione del canone di locazione: non si paga l’imposta di bollo e di registro

image_pdfimage_print

Il D.L. 12 settembre 2014 n. 133 convertito con modificazioni dalla  legge 164 dell’11.11.2014 all’art. 19 ha stabilito che

 

Art. 19.
Esenzione da ogni imposta degli accordi di riduzione
dei canoni di locazione
1. La registrazione dell’atto con il quale le parti dispongono esclusivamente la riduzione del canone di un contratto di locazione ancora in essere è esente dalle imposte di registro e di bollo.
1 -bis . Nella defi nizione degli accordi di cui al presente articolo, anche nell’ambito di iniziative intraprese da agenzie o istituti per le locazioni, comunque denominati, le parti possono avvalersi dell’assistenza delle organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori, sia in relazione ai contratti di cui all’articolo 2, comma 1,
della legge 9 dicembre 1998, n. 431, sia in relazione ai contratti di cui al medesimo articolo 2, commi 3 e 5, della legge n. 431 del 1998, e successive modifi cazioni. Il conduttore, con propria comunicazione, può avanzare richiesta motivata di riduzione del canone contrattuale. Ove la trattativa si concluda con la determinazione di un canone ridotto è facoltà dei comuni riconoscere un’aliquota ridotta dell’imposta municipale propria.

Ecco il link per scaricare il testo ufficiale

GU 262 11.11.2014 supll ord 85L L. 164-2014

via Gramsci 41 – 67051 Avezzano – Tel e fax 0863 414530 / 0863 22278 Email studiodipietro@gmail.com