Incidente in area privata: opera la copertura assicurativa per la R.C. auto?

L’art. 122 del codice delle assicurazioni private prevede che “1. I veicoli a motore senza guida di rotaie, compresi i filoveicoli e i rimorchi, non possono essere posti in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate se non siano coperti dall’assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi prevista dall’articolo 2054 del codice civile e dall’articolo 91, comma 2, del codice della strada…………”. La giurisprudenza si é a lungo occupata della portata della locuzione  di “su strade di uso pubblico Continue reading →
Share

Corte Costituzionale: sentenza 227/2019

La Consulta boccia la legge della Regione Abruzzo 24 agosto 2018, n. 28, recante «Abruzzo 2019 – Una legge per L’Aquila Capoluogo: attraverso una ricostruzione, la costruzione di un modello di sviluppo sul concetto di Benessere Equo e Sostenibile (BES)» per contrasto con l’art. 81 Costituzione. Il principio da cui è partita la Corte è che “la copertura finanziaria di una spesa e l’equilibrio del bilancio non possono essere assicurati solamente dall’armonia numerica degli stanziamenti in parte entrata e spesa (ex plurimis, sentenze n. 197 Continue reading →
Share

Studio della Cassazione sulla legge 19.07.2019 n. 69

Sul sito della Cassazione è stato pubblicato un interessante studio dell’Ufficio Massimario sulle novità introdotte dalla Legge 19.07.2019 n. 69 in tema di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Ecco il link per aprire il documento www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/Rel.6219.pdf
Share

Usura e interessi moratori

La Prima Sezione civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale rimessione della causa alle Sezioni Unite ai fini dell’ulteriore approfondimento della seguente questione di massima di particolare importanza: se la disciplina antiusura sia riferibile anche agli interessi moratori, dovendosi in particolare valutare, anche alla stregua del tenore letterale dell’art. 644 c.p. e dell’art. 2 della legge n. 108 del 1996, se il principio di simmetria consenta o meno di escludere l’assoggettamento degli interessi di mora alla predetta disciplina, in quanto non costituenti Continue reading → Continue reading →
Share

Legge Pinto: al difensore non possono essere liquidati onorari al di sotto del minimo.

La Cassazione Sesta Sezione Civile con ordinanza n. 26575 pubblicata il 17/10/2019 si è occupata del tema della quantificazione degli onorari spettanti al difensore del soggetto che propone ricorso ex L. 89/2001. La Corte aveva liquidato euro 210 oltre accessori. Gli interessati hanno impugnato il decreto lamentando l’erroneità della liquidazione in quanto al di sotto del minimo di cui al DM 55/2014. La Suprema Corte accoglie il ricorso con questa motivazione. “Come già rilevato da questa Corte, e proprio con specifico riferimento alla liquidazione delle Continue reading →
Share

Area inedificabile (ancora per poco) e ICI

In tema di ICI, la Sezione tributaria della Cassazione ha rimesso alle Sezioni Unite civili, ai sensi dell’art. 374, comma 2, c.p.c., la risoluzione della seguente questione di massima di particolare importanza: se un’area, prima edificabile e poi assoggettata con legge regionale ad un vincolo di inedificabilità assoluta, sia da considerare «area edificabile» ai fini ICI ove inserita in un programma di cd. “compensazione urbanistica” adottato dal Comune, ancorché il relativo procedimento compensatorio non sia ancora concluso, essendo il diritto edificatorio “in volo”, cioè non Continue reading →
Share

Mutamento magistrato e rinnovazione prove: importante sentenza delle Sezioni Unite Penali della Cassazione

Le Sezioni unite della Cassazione con Sentenza n. 41736 /2019 (ud. 30/05/2019 – deposito del 10/10/2019) hanno affermato che, fermo restando che il giudice che provvede alla deliberazione della sentenza deve coincidere con quello che ha disposto l’ammissione delle prove assunte alla sua presenza, in caso di mutamento del giudice, qualora non venga formalmente rinnovata l’ordinanza ammissiva, i provvedimenti in precedenza emessi conservano comunque efficacia se non espressamente modificati o revocati, ma le parti hanno la facoltà di formulare una richiesta specificamente motivata di ammissione Continue reading → Continue reading →
Share