Contratti scritti e divieto di prova testimoniale

La Seconda Sezione civile ha disposto la trasmissione degli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite ponendo la questione se in una transazione o anche, più in generale, in un contratto per il quale sia richiesta la forma scritta “ad probationem”, sia operativo il divieto della prova per testi e se l’eventuale inammissibilità possa essere rilevata d’ufficio o debba, invece, essere eccepita dalla parte interessata entro il termine di cui all’art. 157, comma 2, c.p.c., nella prima istanza o difesa successiva alla Continue reading → Continue reading →
Share

Nuovo intervento delle Sezioni Unite sulla forma dei contratti bancari

Le Sezioni unite civili, decidendo su questione di massima di particolare importanza, hanno enunciato il seguente principio di diritto: «La nullità per difetto di forma scritta, contenuta nell’art. 23, comma 3, del d.lgs. n. 58 del 1998, può essere fatta valere esclusivamente dall’investitore, con la conseguenza che gli effetti processuali e sostanziali dell’accertamento operano soltanto a suo vantaggio. L’intermediario, tuttavia, ove la domanda sia diretta a colpire soltanto alcuni ordini di acquisto, può opporre l’eccezione di buona fede, se la selezione della nullità determini un Continue reading → Continue reading →
Share

Nuovo intervento delle Sezioni Unite sulla forma dei contratti bancari

Sentenza n. 28314 del 04/11/201 Le Sezioni unite civili, decidendo su questione di massima di particolare importanza, hanno enunciato il seguente principio di diritto: «La nullità per difetto di forma scritta, contenuta nell’art. 23, comma 3, del d.lgs. n. 58 del 1998, può essere fatta valere esclusivamente dall’investitore, con la conseguenza che gli effetti processuali e sostanziali dell’accertamento operano soltanto a suo vantaggio. L’intermediario, tuttavia, ove la domanda sia diretta a colpire soltanto alcuni ordini di acquisto, può opporre l’eccezione di buona fede, se la Continue reading →
Share

Usura e interessi moratori

La Prima Sezione civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale rimessione della causa alle Sezioni Unite ai fini dell’ulteriore approfondimento della seguente questione di massima di particolare importanza: se la disciplina antiusura sia riferibile anche agli interessi moratori, dovendosi in particolare valutare, anche alla stregua del tenore letterale dell’art. 644 c.p. e dell’art. 2 della legge n. 108 del 1996, se il principio di simmetria consenta o meno di escludere l’assoggettamento degli interessi di mora alla predetta disciplina, in quanto non costituenti Continue reading → Continue reading →
Share

Legge Pinto: al difensore non possono essere liquidati onorari al di sotto del minimo.

La Cassazione Sesta Sezione Civile con ordinanza n. 26575 pubblicata il 17/10/2019 si è occupata del tema della quantificazione degli onorari spettanti al difensore del soggetto che propone ricorso ex L. 89/2001. La Corte aveva liquidato euro 210 oltre accessori. Gli interessati hanno impugnato il decreto lamentando l’erroneità della liquidazione in quanto al di sotto del minimo di cui al DM 55/2014. La Suprema Corte accoglie il ricorso con questa motivazione. “Come già rilevato da questa Corte, e proprio con specifico riferimento alla liquidazione delle Continue reading →
Share

Onorario avvocato e opposizione all’ingiunzione.

Un avvocato chiede e ottiene ingiunzione di pagamento verso il proprio cliente. Quest’ultimo propone opposizione con atto di citazione. L’avvocato opposto si costituisce e eccepisce che l’avversa opposizione, proposta con citazione anziché con ricorso, era stata esperita tardivamente, siccome depositata in cancelleria allorché il termine di quaranta giorni dalla notifica dell’ingiunzione era già decorso. Chiedeva dichiararsi l’inammissibilità o rigettarsi l’avversa opposizione. Con ordinanza in data 11.3.2016 il tribunale di Siena dichiarava inammissibile l’opposizione e condannava l’opponente alle spese di lite. Premetteva il tribunale che l’opposizione Continue reading → Continue reading →
Share

Vaccinazione antiepatite A: si pronuncerà la Consulta

Corte di Cassazione Sezione Lavoro Ordinanza interlocutoria n. 25697 del 11/10/2019 VACCINAZIONE ANTIEPATITE A – TRATTAMENTO SANITARIO NON OBBLIGATORIO MA RACCOMANDATO – DIRITTO ALL’INDENNIZZO EX L. N. 210 DEL 1992 – ESCLUSIONE – QUESTIONE DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE – RILEVANZA E NON MANIFESTA INFONDATEZZA. La Sezione Lavoro ha sollevato questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 1, della l. n. 210 del 1992, in riferimento agli artt. 2, 3 e 32 Cost., nella parte in cui non prevede che il diritto all’indennizzo, istituito e regolato dalla Continue reading →
Share

Approfondimento su Cass. S.U. 25021/2019 (divisione e regolarità edilizia)

La Cassazione con la citata sentenza, pubblicata il 7.10.2019, si è occupata del tema del rapporto tra divisione e regolarità urbanistica dell’immobile. IL CASO La Curatela del fallimento di La Rosa Carmelo convenne in giudizio, dinanzi al Tribunale di Palermo, La Rosa Maria e La Rosa Francesco, onde ottenere lo scioglimento della comunione ereditaria esistente tra il fallito ed i convenuti (germani del medesimo) relativamente ad un fabbricato destinato a civile abitazione (composto da quattro elevazioni fuori terra) sito in Bagheria e proveniente dalla successione Continue reading → Continue reading →
Share