Responsabilità del gestore delle piste da sci.

In tema di colpa omissiva, la Terza sezione ha affermato che il gestore della pista da sci, ai sensi dell’art. 3 della legge 24 dicembre 2003, n. 363, ha l’obbligo, non delegabile a terzi, di provvedere all’iniziale valutazione di tutti i rischi connessi all’esercizio della pista medesima con il massimo grado di specificità, essendo estendibile a detta materia, per identità di ratio, la regola espressa in tema di sicurezza sul lavoro dall’art. 17, comma 1, del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81. (Fattispecie in tema Continue reading →
Share

Studio della Cassazione sulla legge 19.07.2019 n. 69

Sul sito della Cassazione è stato pubblicato un interessante studio dell’Ufficio Massimario sulle novità introdotte dalla Legge 19.07.2019 n. 69 in tema di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Ecco il link per aprire il documento www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/Rel.6219.pdf
Share

Social network ed illeciti penali.

La Terza sezione ha affermato che il reato di illecito trattamento dei dati personali, realizzato in forma di diffusione dei dati protetti – ex art. 167 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 vigente ratione temporis -, resi ostensibili ai frequentatori di un social network attraverso il loro inserimento, previa creazione di un falso profilo, sul relativo sito, ha natura di reato permanente, caratterizzandosi per la continuità dell’offesa arrecata dalla condotta volontaria dell’agente, il quale ha la possibilità di far cessare in ogni momento la Continue reading →
Share

Patrocinio a spese dello stato: si al pagamento di consulenti, notai e custodi

Dal sito della Consulta PATROCINIO GRATUITO: LO STATO DEVE ANTICIPARE GLI ONORARI A CONSULENTI, NOTAI E CUSTODI Gli onorari e le indennità dovuti a consulenti, notai e custodi devono essere, in caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, direttamente anticipati dall’erario. Lo ha stabilito la Corte costituzionale che, con la sentenza n. 217 depositata oggi (relatore Aldo Carosi), si è pronunciata sull’articolo 131, comma 3, del d.P.R. 30 maggio 2002, n. 115. Continue reading →
Share

Importante sentenza della Cassazione sui reati societari

Corte di Cassazione Sezione Quinta Penale Sentenza n. 39999 ud. 15/04/2019 – deposito del 30/09/2019 ( link al sito della Corte ) La Quinta sezione della Corte di cassazione, pronunciandosi in tema di reato di abuso di informazioni privilegiate (insider trading), ha affermato che: – il reato di cui all’art. 184 T.U.F. è di pericolo e di mera condotta, per cui è sufficiente ad integrarlo l’utilizzo dell’informazione privilegiata per compiere investimenti, sfruttando la conoscenza delle dinamiche finanziarie che stanno per coinvolgere la persona giuridica ed Continue reading →
Share

Avvocato e art. 416 bis c.p.

In tema di associazione per delinquere, la Terza sezione ha affermato che è penalmente rilevante, ai sensi dell’art. 416 cod. pen., la condotta dell’avvocato che eserciti l’attività professionale, pur in formale aderenza ai canoni della professione, con il conclamato scopo di concorrere alla realizzazione del progetto criminoso perseguito dai consociati, trattandosi di reato a forma libera. (La stessa Terza sezione, con sentenza n. 24800 del 13/03/2019, dep. 4/06/2019, ha affermato il medesimo principio in relazione alla figura del commercialista). È la sentenza n. 24799 /2019 Continue reading →
Share

Art. 615 quater c.p.

Cassazione Seconda Sezione Penale Sentenza n. 21987 ud. 14/01/2019 – deposito del 20/05/2019 DELITTI CONTRO LA LIBERTA’ INDIVIDUALE – VIOLAZIONE DI DOMICILIO – IN GENERE – DELITTO DI CUI ALL’ART. 615-QUATER COD. PEN. – ASSORBIMENTO NEL DELITTO DI CUI ALL’ART. 615-TER COD. PEN. – CONFIGURABILITÀ – CONDIZIONI. In tema di tutela del domicilio informatico, la Seconda sezione ha affermato che il delitto di cui all’art. 615-quater cod. pen., non concorre bensì è assorbito nel più grave reato di cui all’art. 615-ter cod. pen., di cui Continue reading →
Share